SE TI CHIAMI ISOLA

SE TI CHIAMI ISOLA

Se ti chiami Isola e vivi a Sant’Angelo in Colle e la tua mamma produce Brunello di Montalcino assieme a tua zia, che poi è la sua gemella. Se la tua nonna è un vulcano di energia e si butta in ogni cosa come se avesse vent’anni, si muove col suo inseparabile taccuino rosso, insegna italiano a tuo papà che è americano e ha antenati da ogni angolo del mondo, scrive, disegna, ti viene a prendere all’asilo, promuove il territorio, partecipa a mille associazioni della zona, forse andrà a vivere in Portogallo per qualche mese all’anno perché ha tanti amici a Lisbona… Se ti chiami Isola e tua nonna che fa milioni di cose si entusiasma per due cicliste per caso che decidono di attraversare l’Italia in bici per parlare di donne e emancipazione, se le convince, queste due cicliste, a fare una piccola, piccolissima deviazione, con una piccola, piccolissima salita, per arrivare in una piazza che è così bella da...
Read More

IL 19 GIUGNO A ROMA IL CONCERTO DELLE TESTHARDE

Siamo quasi a Roma! Vi aspettiamo domenica 19 giugno alle ore 21.00 al Teatro Lo Spazio, Via Locri 42/44 per il concerto delle “Testharde”, la prima heavy rock band italiana tutta al femminile, un gruppo che ha già vinto  molti premi e riconoscimenti, tra cui il Premio Rock Tar- gato Italia 2015 e il Premio Wanted Primo Maggio Regione Lazio 2016. Le Testharde della leader Ella Liguori suonano un genere che di solito è riservato agli uomini con grinta, talento e originalità. Cantano ogni aspetto della condizione femminile con onestà: la maternità, il sesso, il potere, i mass media, le difficoltà di essere donna e musicista, l’Italia e gli italiani. La loro musica italiana è un viaggio dissacrante e anticonformista alla scoperta delle donne di oggi. Il concerto delle “Testharde” sarà ad ingresso è gratuito... Non potete perdervelo! Si ringrazia l’Hotel Franklin Feel the Sound per l’adesione al progetto e l’accoglienza, e FIAB Roma Ruotalibera per la collaborazione. ...
Read More
NOME DI BATTAGLIA ANGELA

NOME DI BATTAGLIA ANGELA

Quarta tappa del nostro giro d’Italia sulle tracce di Alfonsina strada. Siamo in Toscana. E incontriamo Liliana Benvenuti, nome di battaglia Angela. Che ci racconta la sua Resistenza sull’Arno. «Facevo parte del comando della divisione Arno. C’erano poche donne e io ero la più coraggiosa. Facevo parte del comando divisione Arno. Mi chiamo Liliana Benvenuti ma il mio nome di battaglia era Angela. Angela perché ero credente, ero l’unica ad avere fede perché gli altri erano tutti atei, ma quando mi facevo il segno della croce prima di ogni azione tutti pensavano che quel gesto ci avrebbe protetto, gli atei sono così. Mi facevo sempre il segno della croce, sempre. Andavo spesso in chiesa a pregare Santa Rita. Le dicevo: se devo morire fammi morire senza soffrire. A Santa Rita lo dicevo. Ma io non pensavo che sarei morta, io avevo la sicurezza che da lassù la mia mamma mi proteggeva sempre. Ogni tanto andavo al cimitero a trovarla e le dicevo:...
Read More
UOMINI CHE AMANO LE DONNE

UOMINI CHE AMANO LE DONNE

«Oh stasera una zuppa, una minestra, qualcosa così…» Siamo stanche e affamate, io e Silvia, dopo la salita di oggi che ci ha portato da Bologna a Porretta Terme; ma non vogliamo esagerare col cibo, vogliamo andare a dormire leggere. «Avrei pensato per voi a un menù degustazione», ci dice Franco. «Perfetto!». Esclamiamo in coro, senza un attimo di esitazione. «Tutto è a chilometro zero – ci dice Franco -. Prodotto da aziende agricole che producono eccellenze». Ogni piatto è un delizioso percorso attraverso i sapori locali e il recupero delle tradizioni. Sembrano quelle frasi fatte ma qui è davvero così. Mi siedo a tavola cercando una storia di donne da raccontare ma all’improvviso, al secondo antipasto, mi fermo folgorata: no, stavolta racconto degli uomini, di tutti gli uomini che hanno deciso di ospitarci in questa prima settimana del nostro viaggio. Perché ci sono uomini che si entusiasmano e decidono di condividere il nostro progetto in qualche modo, perché anche loro hanno un progetto nella loro...
Read More
QUELLA MATTA DI ALFONSINA

QUELLA MATTA DI ALFONSINA

Se nel 1924 ci fosse stato un concorso di Miss Italia che anziché misurare seno-vita-fianchi avesse misurato la forza, la caparbietà e il coraggio, Alfonsina Strada avrebbe indiscutibilmente indossato la fascia e il diadema di vincitrice. Invece Alfonsina, Fonsina per tutti, non aveva vinto un bel niente, era una donna sbagliata, che non si era mai preoccupata di prendere le misure prima di fare, una matta come dicevano tutti. Ma lei si sentiva una vincitrice comunque, anche se le urlavano puttana mentre passava con la sua bici e i pantaloncini corti. Lei era una vincitrice perché dopo mille tentennamenti avevano deciso di farla partecipare al Giro d’Italia. Con gli uomini. La matta. Del resto come poteva non sentirsi una vincitrice lei che era cresciuta a Fossamarcia, che aveva nove fratelli, che suo padre faceva il bracciante ma doveva andare in giro a chiedere l’elemosina, che sua madre faceva la sarta ed era sempre incinta… Ora si trattava di arrivare alla fine del Giro e...
Read More
E LA LUNA BUSSÒ

E LA LUNA BUSSÒ

«Essermi sentita libera di diventare la donna che ho sempre sognato di essere». Francesca risponde senza esitazione alla mia domanda. «Ci ho pensato stanotte», ci dice sorridendo. La domanda era semplice, al limite del banale, ma proprio per questo, forse, insidiosa. «Cosa significa per te essere emancipata?». Francesca vive con Claudia. Hanno due bambini. Una bambina di sei anni, Bice, e un bambino di quattro, Muad, marocchino, in affido da due anni e mezzo. Ci accolgono nella loro casa, a Piacenza, la notte del nostro secondo giorno di viaggio. La casa è in pieno centro storico e dice di loro molto più di mille parole. Una casa del ‘500 con affreschi alle pareti, piena di giochi sparsi in giro, di bambini che si rincorrono in mutande, uno stendino di vestiti da raccogliere. Una casa che sembra costantemente percorsa da un vento, come quando si è in mezzo a due finestre aperte che fanno corrente, e per i primi dieci minuti siamo un po’ frastornate. Poi io e Silvia...
Read More
L’ ITINERARIO

L’ ITINERARIO

Ecco il nostro itinerario di massima. Se avete voglia di pedalare con noi, raccontarci la vostra storia, invitarci per un pranzo o ospitarci una notte ;) ... Scriveteci! 6 giugno: Milano-Pavia (Pavia-Lombardia) 7 giugno: Pavia-Piacenza (Piacenza-Emilia Romagna) 8 giugno: Piacenza-Pomponesco (Mantova-Lombardia) 9 giugno: Pomponesco-Bastiglia (Modena-Emilia Romagna) 10 giugno: Bastiglia-Bologna (Bologna-Emilia Romagna) 11 giugno: Bologna-Suviana (Bologna-Emilia Romagna) 12 giugno: Suviana-Pistoia (Pistoia-Toscana) 13 giugno: Pistoia-Firenze (Firenze-Toscana) 14 giugno: Firenze-Siena (Siena-Toscana) 15 giugno: Siena-Sant’Angelo al Colle (Siena-Toscana) 16 giugno: Sant’Angelo al Colle-Abbadia San Salvatore (Siena-Toscana) 17 giugno: Abbadia San Salvatore-Civita di Bagnoregio (Viterbo-Lazio) 18 giugno: Civita di Bagnoregio-Trevignano Romano (Roma-Lazio) 19 giugno: Trevignano Romano-Roma (Roma-Lazio) 20 giugno: Roma-San Felice Circeo (Latina -Lazio) 21 giugno: San Felice Circeo- Gaeta (Latina-lazio) 22 giugno: Gaeta-Napoli (Napoli-Campania) 23 giugno: Napoli-Pompei (Napoli-Campania) 24 giugno: Pompei-Castellabate (Salerno-Campania) 25 giugno: Castellabate-Palinuro (Salerno-Campania) 26 giugno: Palinuro-Marina di Camerota (Salerno-Campania) 27 giugno: Marina di Camerota-Maratea (Potenza-Basilicata) 28 giugno: Maratea-Lauria (Potenza-Basilicata) 29 giugno: Lauria-Castrovillari (Cosenza-Calabria) 30 giugno: Castrovillari-Cosenza (Cosenza-Calabria) 1 luglio: Cosenza-Tropea (Vibo Valentia-Calabria) 2 luglio: Tropea-Capo Vaticano (Vibo Valentia-Calabria) 3 luglio: Capo Vaticano-Villa San Giovanni (Reggio Calabria-Calabria) 4 luglio: Villa San Giovanni-Taormina (Messina-Sicilia) 5 luglio: Taormina-Acitrezza (Catania-Sicilia) 6 luglio: Acitrezza-Catania (Catania-Sicilia)...
Read More