“Cosa significa essere una donna coraggiosa oggi?”

Mandateci una mail a info@ciclistepercaso.com con le vostre riflessioni e opinioni, le porteremo in viaggio con noi fino a Londra.

Una volta lì lasceremo tutti i messaggi che ci avrete mandato e che avremmo raccolto durante la nostra spedizione presso il Memorioale di Emmeline Punkhurst, politica e attivista britannica che guidò il movimento delle suffraggette nel Regno Unito (chi ha visto il film suffraggette se la ricorderà interpretata da Meryl Streep). Speriamo coì di ispirare molte altre donne di tutto il mondo che quotidianamente visitano quel luogo e come noi pensano che oggi serva ancora molto parlare di emancipazione e pari opportunità.

Speriamo di ricevere anche molti messaggi da parte di uomini, perchè è importante che anche loro sostengano la parità di genere. Questa per noi non è una lotta, ma un percorso da condividere.

Condivideremo i messaggi più belli sul blog e sulla nostra pagina facebook.

uwt_g_2_39

2 Comments

  • Luca Salvadeo

    Essere una donna coraggiosa è ciò che fate quotidianamente, senza arrabbiarvi.
    È difficile non arrabbiarsi pensando che nonostante la falsa idea dei pari diritti le cariche istituzionali principali, politiche, aziendali, sportive ecc ecc siano ricoperte principalmente da uomini.
    È difficile non arrabbiarsi pensando che spesso a parità di lavoro (o mansione) la donna abbia uno stipendio inferiore a quello di un uomo.
    La donna è (a mio parere) geneticamente ed atavicamente più buona rispetto all’uomo, in quanto ha un istinto di salvaguardia della prole. Le guerre, la violenza, la prepotenza sono caratteristiche maschili; una donna è molto più facile trovarla ad un teatro, ad una mostra d’arte oppure contemplare un tramonto.
    Ecco ci vuole coraggio per una donna condividere del tempo con la pochezza maschile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *