Se vi diciamo Aida cosa vi viene in mente?

Sicuramente l’opera di Giuseppe Verdi… Ma Aida non è solo questo.
E’ anche l’acronimo di un’ interessantissima ciclovia: Alta Italia da Attraversare, un progetto FIAB Onlus inserito nella rete Bicitalia. 900km di tracciati già esistenti da Moncenisio a Trieste, per collegare le grandi città del nord Italia.

Impossibile per noi resistere ad una Ciclovia con un nome femminile. Perciò ad inizio autunno, sfruttando le ultime belle giornate assolate, ne abbiamo pedalato una tratto da Milano a Trieste, ovvero Aida Est.

Il tracciato di Aida ci ha soprese fin dall’inizio. Partite da Milano seguendo la ben nota ciclabile della Martesana, una volta attraversato l’Adda è però cominciato un viaggio fatto di luoghi a noi sconosciuti, benchè molto vicini a casa. Sì, perché per andare a Brescia, Verona o Venezia di solito si sfreccia in macchina sulla A4, senza immaginare che oltre alle code di macchine, oltre ai caselli, oltre alle tante fabbriche che costeggiano l’autostrada ci sono luoghi veramente poco edificati e una campagna magica che merita di essere esplorata. E così abbiamo fatto.

Prima la Franciacorta poi le colline moreniche del basso Garda, (che davvero nulla hanno da invidiare ad altre zone collinari più conosciute), passando per Brescia e Verona. I vitigni carichi di uva matura pronta per essere raccolta, le città fortificate, gli sterrati lungo gli argini dei fiumi, le grandi ville veneziane, la pioggia. Vicenza, Padova, Treviso, Pordenone, Udine. Città ricche di cultura e fascino, in cui ci sarebbe voluto più tempo per fermarsi, ma che comunque ci hanno ammaliato con la loro bellezza. Poi ancora i luoghi della grande guerra, il mare e gli incontri con le persone del posto che, soprattutto in Friuli, non si dimenticano mai di offrirti un bicchiere di vino.

Piano, pianissimo, mezzo piano, mezzo forte, sforzato, a mezza voce, forte, fortissimo.

Aida è proprio così. Ci ricorda che la bicicletta è come la musica, con continue sorprese, cambi di ritmo, emozioni sempre nuove. Ora non vediamo l’ora di pedalare verso Ovest in attesa di altri pianissimi e altri fortissimi.

Ecco le tappe della nostra Aida (cliccando sul link verrete reindirizzati su Strava dove ci sono la traccia e maggiori info). Buona pedalata!

DAY 1 – MILANO/BRESCIA: 110 km – 367 m D+

DAY 2 – BRESCIA/VERONA: 84,6 km – 537m D+

DAY 3 –VERONA/PADOVA: 119,6 km – 380 m D+

DAY 4 –PADOVA/TREVISO: 94 km – 200 m D+

DAY 5 –TREVISO/PORDENONE: 87 km – 200 m D+

DAY 6 –PORDENONE/GRADISCA D’ISONZO: 111 km – 274 m D+

DAY 7 –GRADISCA D’ISONZO/TRIESTE: 48 km – 285 m D+

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *