L’Andalusia è una terra magica nel sud della Spagna, che ci ha sedotte con il fascino dell’architettura araba, l’incanto dei pueblos blancos, la passionalità del flamenco e la convivialità delle tapas.

Abbiamo pedalato 900km da Malaga ad Almeria godendoci le bellezze paesaggistiche e culturali che questa regione ha da offrire, pedalando quasi sempre su strade secondarie con pochissimo traffico. Dal mare al deserto, passando per le grandi città d’arte e scalando diverse Sierras, abbiamo scoperto che l’Andalusia è davvero accogliente e suggestiva, e anche molto più economica di altre regioni europee.

Non perdetevi i nostri consigli di viaggio, che trovate qui sotto.

DAY 1 MALAGA

Malaga è una città vivace che offre molto. Da non perdere la visita all’Alcazaba, al Museo Picasso e al Centre Pompidou, e una passeggiata lungo il mare alla Malagueta. Per cena provate le tapas nello storico El Pimpi o una cena più classica da El Meson de Cerventes. Noi abbiamo dormito nel centralissimo Hotel Sercotel Don Curro.

DAY 2 MALAGA/RONDA: 95km/1.780m D+

La tappa è faticosa, ma spettacolare: si passano alcuni Pueblos blancos molto pittoreschi e si pedala nello splendido Parco Naturale Sierra de las Nieves. A Ronda non potete perdere il Puente Nuevo, ma vale la pena prendersi del tempo anche per visitare la Plaza de Toros. Consigliamo di pernottare nell’ Hotel San Francisco, è bike-friendly ed ha un comodissimo garage per le bici, oltre che tutta una serie di atrezzi a disposizione dei ciclisti. Noi abbiamo cenato da Tragatà che ci ha conquistate con le sue tapas creative, probabilmente una delle cene migliori del viaggio!

DAY 3 RONDA/ARCOS DE LA FRONTERA: 77KM/1.110m D+

Pedalata spettacolare attraverso la Sierra de Grazalema: l’omonimo Pueblo blanco è un gioiellino dove dovete fermarvi per una pausa. Abbiamo cenato e dormito al Parador de Arcos, che ha una vista impareggiabile!

DAY 4 ARCOS/JEREZ DE LA FRONTERA: 41km/290m D+

Jerez è flamenco e sherry. Noi abbiamo assistito ad uno spettacolo mangiando tapas presso lo storico Tabanco El Pasaje. (Occhio che gli spettacoli sono all’ora di pranzo!) Pernottamento all’ Hotel Jerez & SPA, non è centralissimo ma ne vale la pena: è bikefriendly, ha una piscina e serve una colazione buonissima!

DAY 5 JEREZ/SIVIGLIA: 105km/360m D+

Passata la pittoresca Trebujena, si costeggia il fiume Guadalquivir pedalando sul gravel fino a Siviglia. Occhio alle cicogne e agli altri volatili, siamo molto vicini al Parque Nacional de Doñana. Notte presso Hotel Pasarela, che è in una bella e comoda posizione di fronte a Plaza de España.

DAY 6 SIVIGLIA

Giornata da turiste: Siviglia è una città d’arte meravigliosa, che meriterebbe più giorni per essere esplorata. Ce la siamo ugualmente goduta visitando le sue attrazioni principali: la Real Alcazar e la Cattedrale, che è la più grande cattedrale gotica al mondo. Segnaliamo la buona cena a base di platitos da Ovejas negras .

DAY 7 LORA DEL RIO/CORDOBA: 80km/430m D+

Una strada non indimenticabile, ne abbiamo fatto un pezzo in treno e poi pedalato la restante parte più velocemente che potevamo. L’unica cosa che vale la pena segnalare è il Castello di Almodovar del Rio. Pernottamento Hotel Selu, vicino al vivace Mercado Victoria di dove vi consigliamo di mangiare ad uno dei tanti stand gourmet.

DAY 8 CORDOBA

Anche a Cordoba bisognerebbe starci dei giorni… Sicuramente da non perdere la visita alla favolosa Mezquita e una bano arabo. Noi l’abbiamo fatto presso Hammam Al Andalus ed è stato molto piacevole.

DAY 9 CORDOBA/IZNAJAR: 98km/1.520m D+

Tappa tosta a pedalare tra gli ulivi ai margini del Parco Naturale della Sierra Subbetica. Iznajar è un paesino molto pittoresco, ma occhio che se pernottate sul lago poi la salita a piedi è faticosa, soprattutto dopo la giornata in bici… Viconsigliamo l’Hotel Caserío de Iznajar: è bello e bikefriendly, ha una piscina, un buon ristorante, e una bellissima vista su Iznajar!

DAY 10 IZNAJAR/GRANADA: 99km/1.160m D+

Fino a Loja sono continui saliscendi con strappi impegnativi, ripagati però da bellissimi panorami. Da lì in poi la strada fila via abbastanza facilmente fino a Granada. per il pernottamento vi consigliamo Hotel Casa 1800, un boutique hotel situato in una dimora storica in pieno centro, a due passi dall’Alhambra. Stupendo!

DAY 11 GRANADA/NIGUALES: 30km/380m D+

Mattinata da turiste perchè l’Alhambra, raffinato capolavoro di architettura araba, è uno dei più spettacolari monumenti spagnoli, assolutamente da non perdere! Nel pomeriggio siamo ripartite, avvicinandoci un po’ alla Sierra Nevada, che affronteremo da domani. Il pernottamento a Niguales è stato una sorpresa, perchè siamo state accolte da un albergo rurale immerso nella natura, davvero belle e particolare, in cui si può anche cenare: l’ Alquería de los Lentos.

DAY 12 NIGUALES/BUBION: 44km/1.130m D+

Las Alpujarras sono un mosaico di valli e gole profonde che si estende per 70km lungo il versante sud della Sierra Nevada, famoso per i pittoreschi Pueblos Blancos in stile berbero. Noi siamo andate ad esplorare i 3 più caratteristici e conosciuti, che si trovano nella Gola di Poqueira: Pampaneira, Bubion e Capileira. A quest’ultimo paesino, che è quello che ci è piaciuto di più, ci siamo arrivate a piedi tramite un sentiero, visto che abbiamo pernottato alla Villa Turística de Bubión. Tutta la zona è piena di sentieri perfetti perl’escurionismo!

DAY 13 BUBION/LAUJAR DE ANDARAX: 63km/1.230m D+

Oggi abbiamo provato uno di questi sentieri. E’ stato bellissimo ed emozionante, ma molto faticoso visto che abbiamo dovuto portarci per diversi km le bici in spalla… Ovviamente si può anche optare per la strada normale passando da Trevèlez, famoso per il jamon serrano. Tappa bellissima su stradine senza traffico tra aridi pendii rocciosi, boschi e campi terrazzati. Nell Alpujerras orientali il paesaggio si fa più aspro e spoglio e davvero non si incontra nessuno. Pernottamento tra i vigneti a Laujar de Andarax alla Villa Turística de Laujar – che ha una piscina stupenda e offre la possibilità di cenare.

DAY 14 LAUJAR/TABERNAS: 73,5km/890m D+

Pedalare nel Desierto de Tabernas è come entrare in un altro mondo! Si tratta dell’unico deserto geograficamente considerato come tale localizzato in Europa: negli anni ’60 questa zona fu utilizzata da Sergio Leone come location per i suoi spaghetti western. Molti luoghi utilizzati come set oggi sono diventati parchi tematici che si possono visitare: noi abbiamo dato un occhio alla Oasys Mini Hollywood. Pernottamento e cena presso Hospedería del Desierto.

DAY 15 TABERNAS/SAN JOSE’: 75,3km/930,m D+

Si pedala lungo le stradine senza traffico della bella Sierra Alhamilla in direzione del mare, fino alle spettacolari scogliere del Parque Natural de Cabo de Gata, che racchiude alcune delle spiagge più incantevoli e meno affollate della Spagna. Una strada sterrata in ottime condizioni permette di esplorare il Parco, che ha in San Josè è il principale centro abitatito con tante strutture ricettive e ristoranti. Noi abbiamo pernottato presso l’ Hotel Boutique MC San José, curatissimo e bikefriendly.

DAY 16 SAN JOSE’/ALMERIA

Il piano oggi prevedeva di pedalare per circa 45 km attraverso il Parque Natural de Cabo de Gata sul gravel fino ad Almeria. Ma, si sa, gli imprevisti fanno parte di un viaggio in bicicletta… Quindi abbiamo dovuto prendere un taxi per il finire il nostro viaggio. Ad Almeria però abbiamo esplorato l’imponente Alcazaba, la Cattedrale e le belle piazze ornate di palme, così ci siamo dimenticate di non aver potuto pedalare quest’ultima tappa. Il pernottamento in pieno centro presso l’Hotel Catedral de Almeria è stata una vera chicca. Per cena consigliamo di gustarvi delle tapas nella popolarissima Casa Puga.